Vangelo del Giorno

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 18,12-14.


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Che ve ne pare? Se un uomo ha cento pecore e ne smarrisce una, non lascerà forse le novantanove sui monti, per andare in cerca di quella perduta?
Se gli riesce di trovarla, in verità vi dico, si rallegrerà per quella più che per le novantanove che non si erano smarrite.
Così il Padre vostro celeste non vuole che si perda neanche uno solo di questi piccoli».


Copyright @ Conferenza Episcopale Italiana [2003 11 05]
Per ricevere il Vangelo ogni mattina per e-mail, iscrivetevi : vangelodelgiorno.org

Commento di San Claudio La Colombière (1641-1682), gesuita
Immaginate  la desolazione di un povero pastore che ha smarrito la sua pecora. Non si sente altro  nelle campagne vicine che la voce di quello sventurato che, lasciato il grosso del gregge, corre nei boschi e sui colli, passa attraverso gli arbusti e i cespugli, gemendo e gridando con tutte le sue forze senza poter risolversi a tornare finché non abbia ritrovato la sua pecora e non l’abbia riportata nell’ovile.

Ecco ciò che ha fatto il Figlio di Dio quando gli uomini si sono sottratti con la loro disobbedienza alla guida del Creatore: è sceso sulla terra e non ha risparmiato né cura né pena per ristabilirci nello stato dal quale ci eravamo allontanati: la stessa cosa continua a fare ogni giorno per coloro che si allontanano da lui con il peccato; li segue, per così dire li "bracca", non cessando di chiamarli finché non li abbia rimessi sulla via della salvezza. E certo, se non facesse così, sappiate che per noi sarebbe finita dopo il primo peccato mortale; ci sarebbe impossibile tornare indietro. Bisogna che faccia lui tutte le proposte, che ci presenti la sua grazia, che ci insegua, che ci inviti ad aver pietà di noi stessi, senza di che non penseremmo mai a chiedergli misericordia. (...)

L’ardore con il quale Dio ci insegue è senza dubbio un effetto di una grandissima misericordia. Ma la mitezza con la quale questo zelo è accompagnato dimostra una bontà ancora più mirabile. Nonostante il suo desiderio estremo di farci tornare, non usa mai violenza, non usa altra via di quella della mitezza. Non vedo nessun peccatore, in tutta la storia del Vangelo, che sia stato invitato alla penitenza in un altro modo se non quello delle carezze e dei benefici.


    vangelodelgiorno.org
Multimedia
FOTO
VIDEO

ORARI SS MESSE

SABATO DOMENICA
18:00 8:30 - 10:00 - 12:00
GIORNI FERIALI
9:00 - 18:30